Antonello da Messina Cattedrale

Dovete sapere che vi sono due opere di Antonello da Messina, nella Cattedrale di Siracusa. Le potete ammirare nella Cappella del Crocifisso, sull’altare sinistro e sull’altare destro, e si tratta delle immagini, dipinte su tavola, di due importanti santi vescovi della chiesa siracusana. Marciano, primo vescovo della chiesa di Siracusa e Zosimo, il vescovo bizantino che nel VII secolo d.C. trasformò il Tempio di Atena in basilica cristiana dedicata alla Natività di Maria.

Entrambi i dipinti, non sono firmati da Antonello da Messina, ma si collocano perfettamente nell’area culturale del pittore messinese, per i tratti forti del volto di Zosimo e per il connubio, tutto particolare, dell’impianto solido e maestoso, con un’iconografia tipica dell’area iberico-napoletana alla metà del XV secolo.

antonello da messina cattedrale
san marciano cattedrale siracusa

Il Santo Vescovo Zosimo, che si staglia sul fondo oro, è ritratto stante e rivolto leggermente di tre quarti. Con la mano sinistra regge il pastorale, mentre con la destra è benedicente. Indossa la mitra sul capo e delle ricche vesti delle quali è possibile percepirne la pesantezza e la preziosità. La dovizia di particolari di cui è capace Antonello, gli deriva dallo studio della pittura fiamminga, come quella magistralmente espressa da Jan Van Eych.

Come è noto, questi non sono gli unici dipinti siracusani attribuiti ad Antonello da Messina. All’interno della Galleria Regionale di Palazzo Bellomo è possibile, infatti, ammirare la celebre Annunciazione, datata 1474.

error: Content is protected !!
Torna in alto