Visita guidata di Noto

Se amate le architetture tardo barocche, non dovete esitare a contattarmi per pianificare insieme la vostra visita guidata privata di Noto.

Dove si trova

Noto dista circa 31 km da Siracusa, una mezz’oretta in auto, ed è situata nella parte sud-ovest della provincia, ai piedi dei Monti Iblei. La sua costa, fra Avola e Pachino, dà il nome all’omonimo golfo. Il comune di Noto occupa più di un quarto della Provincia di Siracusa ed è il più grande della Sicilia e il quarto d’Italia.

Il sito originario della città, Noto Antica, si trova circa 8 km più a nord, sul Monte Alveria. Qui si sono rinvenute tracce che risalgono all’età del Bronzo Antico (2200-1450 a.C.) ed arrivano sino al 1693, anno in cui la città fu distrutta da un terribile terremoto che coinvolse anche numerose altre cittadine del cosiddetto “Val di Noto”.

 

Info utili

– Durata della visita guidata privata: 2 ore circa 

– Costo del tour: € 130 (il costo è per il tour e non a persona. E’ prevista la maggiorazione del 20% se la visita si svolge in giorni festivi).

– La visita a piedi è adatta anche ad anziani, disabili e famiglie con bambini

– Consiglio di abbinarvi la visita della Villa Romana del Tellaro o della Riserva Naturale di Vendicari o di Siracusa

Cosa vedremo

– Punto di incontro/inizio del tour a piedi: Porta Reale o Nazionale (indirizzo: Largo Porta Nazionale, 96017 Noto SR)

– Monumenti inclusi nell’itinerario guidato standard*: Porta Reale, Chiesa di S. Francesco d’Assisi all’Immacolata, Chiesa di S. Chiara, Basilica del SS. Salvatore, Cattedrale, Palazzo Arcivescovile, Chiesa di S. Carlo, Palazzo Nicolaci, Villetta d’Ercole, Chiesa di S. Domenico, Teatro Comunale

– Fine del tour: Teatro Comunale (indirizzo: Piazza XXVI Maggio, 96017 Noto SR)

*Alcuni monumenti saranno illustrati solamente dall’esterno perché chiusi al pubblico o con ingresso facoltativo a pagamento.

Cosa vedere nei dintorni

La visita guidata alla Noto Barocca, Patrimonio dell’Umanità dal 2002, vi mostrerà tutte le più rilevanti bellezze architettoniche della cittadina settecentesca costruita sul colle della Meti, in un luogo prossimo al mare, rispetto al sito originario sul Monte Alveria.

Il territorio del comune di Noto è comunque disseminato di aree d’interesse archeologico, benché molte non siano purtroppo molto valorizzate né riconosciute come tali: Noto Antica, Eloro, la necropoli intorno alla Colonna Pizzuta, il sito preistorico di Castelluccio di Noto, la Villa Romana del Tellaro e il sito preistorico di Monte Finocchito.

Per gli amanti della natura, segnalo la Riserva Naturale Orientata Oasi Faunistica di Vendicari, istituita nel 1984 è resa fruibile dal 1989. Oltre ad essere un’area di interesse naturalistico (grande importanza è rivestita dai pantani), è possibile ammirare vari resti archeologici, fra i quali uno stabilimento per la lavorazione del pesce, una necropoli bizantina e la più recente tonnara settecentesca.

E-mail: info@viaggioasudest.it

Cellulare: (+39) 3669712271

I commenti sono chiusi.