Visita guidata Castello Eurialo

Contattatemi per organizzare la vostra visita guidata privata alla fortezza del Castello Eurialo di Siracusa, capolavoro della poliorcetica greca

La mia visita guidata privata al Castello Eurialo può essere svolta sia a piedi che in bicicletta, in quest’ultimo caso, con partenza dal Vostro hotel/B&B o concordando un itinerario personalizzato sulla base delle Vostre esigenze. All’interno del sito archeologico, in ogni caso, ci si muoverà solo a piedi.

  • Durata della visita a piedi: 2 ore circa
  • Durata della visita in bicicletta: 4 ore circa (con partenza e ritorno nello stesso punto concordato)
  • Per il mese di Novembre, il sito è aperto ogni Mercoledì dalle ore 8:30 alle 13:40 (chiusura biglietteria alle ore 13:00). Sabato dalle ore 11:30 alle ore 16:40 (chiusura della biglietteria alle ore 16:00).
  • Si consigliano scarpe da ginnastica o trekking, cappellino e bottiglietta d’acqua se la visita viene svolta d’estate
  • Costo del biglietto singolo intero euro 5, gratuito da 0 a 18 anni
  • Consiglio di abbinarvi anche la visita dell’Area Archeologica della Neapolis e/o di Ortigia e/o del Museo Archeologico Regionale “P. Orsi”.

Storia

Il Castello Eurialo, sito in prossimità della frazione di Belvedere (Siracusa), rappresenta il culmine delle Mura Dionigiane, il cui nome pare dovrebbe derivare dal greco Euryelo (testa di chiodo).
Voluto da Dionisio I, tiranno di Siracusa, sorge sul punto più alto (120 m. s.l.m.) della terrazza del quartiere greco Epipolis. L’edificazione di questa imponente opera militare, testa di ponte del percorso murario delle fortificazioni dionigiane (ca. 27 km), avvenne fra il 402 ed il 397 a.C., verosimilmente con lo scopo di proteggere la città, in un punto abbastanza debole, da eventuali operazioni militari di assedio e come rifugio della popolazione della chora.

Cosa vedremo durante la Visita Guidata del Castello Eurialo

L’entrata della fortezza è protetta da tre fossati. Seguendo questo percorso troviamo un recinto e il mastio, che ha forma trapezoidale, difeso da cinque grandi torri su due piani, che dovevano ospitare ben tredici catapulte. Al di là del mastio vi è un grande recinto dove era presente la porta d’ingresso al castello aperta su un muro spesso circa 5 m. La fortezza presentava degli elementi strategici eccezionali atti a sorprendere gli eventuali assalitori come, ad esempio, il complicatissimo sistema di gallerie che dava la possibilità di spostare l’esercito da un punto all’altro della fortezza senza essere visti o la porta a tenaglia, nel tratto nord delle mura, dove chi avesse tentato l’ingresso si sarebbe trovato circondato sotto l’attacco delle milizie del castello.

Ulteriori informazioni al seguente link: Regione Siciliana Assessorato BB.CC.

E-mail: info@viaggioasudest.it

Cellulare: (+39) 3669712271

error: Content is protected !!
Torna in alto