Riserva Naturale di Vendicari

Durata della visita archeologica: 2 ore circa

Ingresso gratuito

La visita è adatta anche a scolaresche, anziani perfettamente deambulanti e famiglie con bambini (senza l’uso del passeggino)

Consiglio di abbinarvi la visita alla cittadina barocca di Noto e/o alla Villa Romana del Tellaro

 Consiglio abbigliamento comodo, scarpe da trekking, binocolo, acqua e cappellino

* * * * *

La Riserva Naturale Orientata Oasi Faunistica di Vendicari, fruibile dal 1989, è sita in provincia di Siracusa, precisamente tra Noto e Marzamemi.

Il nome Vendicari farebbe protendere per una discendenza araba, Bandar (porto). Dal porto di Vendicari, di antica tradizione e scalo importante per la romana Netum, per molti secoli presero il largo granaglie, pelli conciate, tonni e altre mercanzie.

Particolarmente importante la presenza di quattro pantani (Piccolo, Grande, Roveto e Sichili) che fungono da luogo di sosta nella migrazione degli uccelli. All’interno della Riserva la storia umana mostra una lunga permanenza: vi sono, infatti, diversi resti archeologici che testimoniano la vita dell’uomo in questi luoghi sin dall’epoca greca. È possibile trovare tracce di vasche di un antico stabilimento per la lavorazione del pesce attivo in età ellenistica, accanto alle quali si è scoperta anche una piccola necropoli. Per le epoche più recenti, vi porterò a vedere i ruderi della Torre Sveva (XV secolo) e della Tonnara (XVIII secolo).

I commenti sono chiusi.