L’Infiorata di Noto

Oggi voglio raccontarvi dell’unico festival dei fiori siciliano. Siamo a Noto, cittadina Patrimonio Unesco a circa trenta chilometri a Sud di Siracusa. Qui, ogni anno, durante il terzo weekend di Maggio, si svolge la celebre “Infiorata”.

L’Infiorata nasce nel 1980, dall’incontro fra maestri infioratori Genzanesi e Netini, ed è talaltro nella città di Genzano, vicino Roma, che si sviluppa questa nuova tecnica pittorica che consiste nella creazione di veri e propri dipinti floreali.

Ogni anno il tema cambia e la Via Corrado Nicolaci, lungo la quale si svolge l’Infiorata, viene interamente ricoperta di fiori: si crea un grande, colorato e odoroso tappeto floreale di ben 700 mq, dal forte impatto, rafforzato in alto dal bel prospetto concavo della Chiesa di Montevergini che si contrappone al palazzo del Principe Nicolaci “Villadorata”, con balconi che sono stati definiti da molti “i più belli del mondo” e che sono da annoverarsi fra le massime espressioni del tardobarocco siciliano.

Il lavoro di infioratura dei 16 riquadri dura tutta la notte e l’indomani il tappeto floreale è pronto per lasciarsi ammirare fino a tramonto inoltrato. La sera non mancano spettacoli e iniziative collaterali e avvenimenti culturali di ogni genere, tra cui mostre, esposizioni, degustazioni, itinerari nel centro storico e nel territorio, nonché musei e chiese aperte.

L’Infiorata attira migliaia di turisti da tutto il mondo, coinvolgendo non solo Noto ma anche tutte le città limitrofe, poiché i maestri infioratori vengono dall’intera provincia di Siracusa. Le attività collaterali sono tante e tra queste vi segnalo il cosiddetto “Corteo Barocco”, grazie al quale è possibile fare un salto indietro nel tempo attraverso la sfilata di personaggi in costume.

Oggi l’Infiorata di Noto è considerata tra le più belle manifestazioni isolane. Quindi vi invito ad organizzare la vostra visita di Noto magari proprio nei giorni in cui si svolgerà la prossima Infiorata (13, 14 e 15 Maggio 2016), così da poter ammirare questo particolare festival che bene sa esprimere la fantasia e l’esuberanza proprie del popolo siciliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *