Le monete dei Greci di Sicilia

Sapevate che il Museo Archeologico Regionale “P. Orsi” di Siracusa possiede un Medagliere che custodisce una collezione di monete tra le più importanti e note al mondo? L’esposizione va dalle emissioni monetali più antiche delle colonie siceliote e magnogreche come Himera, Zankle, Naxos, Siracusa, Sibari, Kaulonia, Metaponto e Poseidonia alla monetazione aurea medievale di Federico II.

La moneta, come possiamo ben immaginare, è un reperto archeologico che desta solitamente un interesse particolare, forse soprattutto per il suo valore artistico, ben esemplificato dalle produzioni siceliote firmate da maestri incisori come Cimone, Eukleidas, Eumenes, Euainetos ecc. Inoltre, le monete, evocano ricordi di preziosi tesori, legati ad epoche remote, magari ancora tutti da scoprire.

Ma non dobbiamo dimenticare che la moneta, è innanzitutto importante documento della storia politica, economica e sociale del mondo antico, che appare nella forma di tondello metallico con impressi simboli che ne garantiscono il valore, solo intorno al VI secolo a.C. nel mondo greco occidentale e la sua introduzione, in generale, agevola i commerci e l’accumulo di ricchezza mobile.

Se avete gradito quest’articolo potete condividerlo sui social network, grazie!

Commenti chiusi