Agrigento, Museo Archeologico Regionale “P. Griffo”

Visita adatta anche a scolaresche, anziani, disabili e famiglie con bambini.

Il museo sorge appena fuori dal centro urbano, in contrada S. Nicola, con vista panoramica sulla Collina dei Templi, in un’area che è stata  identificata come il sito dell’agorà superiore dell’antica città, nella quale ritroviamo testimonianze di interesse archeologico ed architettonico.

La sede museale, realizzata negli anni ’60, nasce da una equilibrata fusione fra i nuovi corpi di fabbrica progettati per il museo e le strutture restaurate e riattate del trecentesco Convento di S. Nicola, dove hanno trovato sede la biblioteca, la sala congressi e l’auditorium.

Il museo illustra la storia di Agrigento antica e del territorio storicamente ad essa connesso, dalla preistoria alla fase di ellenizzazione.

Il nucleo più antico delle collezioni proviene dal Museo Civico, nel quale erano confluiti i reperti degli scavi condotti nei primi decenni del nostro secolo. Altro materiale è stato ceduto dai musei archeologici di Palermo e di Siracusa. La parte più rilevante delle collezioni è però costituita dai materiali rinvenuti nelle campagne di scavo condotte, fin dagli anni Quaranta, dalla Soprintendenza di Agrigento.

Commenti chiusi