Ciane ed Anapo: l’Amore in un abbraccio eterno

Alla città di Siracusa è legato, tra gli altri, il mito di Ciane ed Anapo, connesso al ratto di Kore.

Il mito vuole che quest’ultima, figlia di Demetra, dea preposta all’agricoltura e alle messi, era intenta a cogliere dei fiori insieme ad altre ninfe presso le rive del Lago Pergusa, vicino ad Enna. Ad un tratto, dal suo regno dell’Oltretomba saltò fuori il dio Ade sul suo cocchio infernale, che innamoratosi della fanciulla decise di rapirla.
La ninfa Ciane cercò con tutte le sue forze di opporsi al rapimento di Kore, aggrappandosi al cocchio di Ade nel tentativo di trattenerlo. Il dio, incollerito, la colpì con il suo scettro trasformandola in una doppia sorgente dalle acque color turchese.
Il giovane Anapo, innamorato di Ciane si fece mutare anch’egli in fiume, ed è proprio quello che ancor oggi, al termine del suo percorso in parte sotterraneo, si unisce in un abbraccio eterno, alle acque dell’amata Ciane per versarsi insieme a lei nel Porto Grande di Siracusa.

Se avete gradito quest’articolo potete condividerlo sui social network, grazie!

Commenti chiusi