Chi sono


enrica de melio guida turistica siracusa sicilia

Vivo a Siracusa da sempre, sono Archeologa Specializzata in Archeologia Classica e Guida Turistica Abilitata della Regione Sicilia (Tessera n. 28 – ITALIANO/INGLESE).

Faccio parte dell’Associazione Guide Turistiche della Provincia di Siracusa (AGTS), dell’Associazione Nazionale Guide Turistiche (ANGT) e dell’Associazione Naturalistica e Culturale Natura Sicula.

Classe 1983, svolgo i miei studi universitari presso l’Università degli Studi di Catania, dove conseguo, con il massimo dei voti e la Lode:

– la Laurea Triennale in “Scienze dei Beni Culturali” con indirizzo Archeologico nel 2005, con una tesi sul Pittore di Kleophon (relatore Prof. Filippo Giudice);

– la Laurea Specialistica in “Lettere-Archeologia” nel 2007, con una tesi su nuove attribuzioni di ceramica attica dall’Archivio Ceramografico dell’Università di Catania (relatore Prof. Filippo Giudice);

– il Diploma della “Scuola di Specializzazione in Archeologia” nel 2011, con una tesi sulle importazioni di ceramica attica figurata dalla costa orientale della Sicilia, da Messina a Capo Pachino (relatore Prof. Filippo Giudice).

ENRY scavo copiaAnnovero la partecipazione a numerose campagne di scavo, tra queste: il cd. Ginnasio Romano di Siracusa (sotto la direzione del Prof. Francesco Tomasello), il sito preistorico di Contessa di Sotto (nel territorio di Buscemi), la porta nord di Lentini (sotto la direzione del Prof. Massimo Frasca), il sito archeologico di Akrai (una sinergia scientifica tra la Soprintendenza BB.CC.AA. di Siracusa e il Dipartimento di Archeologia dell’Università di Varsavia, nella persona della Prof.ssa Chowaniec Roksana).

20Cerco sempre di dedicarmi allo studio dei materiali oggetto di scavo, così per l’edizione degli scavi condotti presso il c.d. Ginnasio Romano di Siracusa (coordinato dal Prof. F. Tomasello), in fase di pubblicazione, sono stata coinvolta nello studio della ceramica a vernice nera e figurata (attica e siceliota) e della coroplastica (terrecotte figurate, arule e oscilla).

Guardo alla mia professione di Archeologa e Guida, come ad un vero e proprio strumento utile per sensibilizzare all’arte, alla storia e alla cultura

Commenti chiusi